Cerca comune

Ascoli Piceno

Vota il comune

Giudizio: 4.9 su 5 (87 voti ricevuti).

Comune di Ascoli Piceno

Ascoli Piceno è una città ricca di storiia dell’arte infatti passeggiare nelle sue stradine è quasi come fare un tuffo nel passato e attraversare diversi periodi storici.


Monumenti e luoghi da visitare

BATTISTERO DI SAN GIOVANNI
Ha un’ architettura sacra di gusto romanico ed è costruito interamente in travertino i. Si trova a Piazza Arringo accanto alla cattedrale di Sant'Emidio e al suo interno è possibile ammirare una vasca circolare, del V secolo, usata per il battesimo ad immersione ed un fonte battesimale su colonna tortile.

CHIESA DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA
Al suo interno custodisce un prezioso crocifisso ligneo, del 1636, intagliato dal francescano Innocenzo da Petralia.

CHIESA DELLA MADONNA DEL PONTE
Di forma cilindrica è una tra le più piccole chiese della città. Essa testimonia l’antica consuetudine di costruire edicole votive in prossimità dei passaggi e degli ingressi alle città.

CHIESA SAN GREGORIO MAGNO
Costruita per trasformare in luogo di culto cristiano un tempio romano pagano .

CHIESA DI SAN TOMMASO APOSTOLO
Sorge al lato dell'omonima piazza che custodisce i resti dell’anfiteatro romano.

CRIPTA DI SANT'EMIDIO
Accoglie nei sotterraneo i resti del patrono Sant'Emidio e dei suoi discepoli custoditi all’interno del sarcofago di epoca romana, dell’età di Marco Aurelio.

TEMPIETTO DI SANT'EMIDIO ROSSO
Edificio religioso a pianta ottagonale ha custodito per secoli la “Cona de Santo Migno”: la pietra utilizzata per la decapitazione del santo.

TEMPIETTO DI SAN'EMIDIO ALLE GROTTE
Rappresenta l’arte barocca delle Marche. Fu eretto come ex voto in onore del Santo Patrono per aver preservato la città dai danni del sisma del 1703.

CHIESA DI SAN PIETRO IN CASTELLO
E' considerata da Giambattista Carducci l’ “antico sacro monumento ascolano”.

CHIESA DI SAN SALVATORE DI SOTTO
In stile romanico, dedicata a Dio Salvatore e Principe della Pace,venne costruita sull'area di un tempio romano pagano dedicato a Marte.

CHIESA MAGGIORE DI SAN FRANCESCO
All’ interno della quale possiamo ammirare il pozzo di gusto gotico una piccola la fontanina e sul muro del porticato la lapide ovale che ricorda le figure dei papi Niccolò IV e Sisto V, entrambi usciti dal convento della città.

FONTE DI SANT'EMIDIO
Della quale possiamo ammirare la loggia esterna che la circonda ed è suddivisa in cinque arcate sormontata da una balaustra di colonnine.

FORTE MALATESTA
Situata vicino alle sponde del Torrente Castellano è stata ricostruita sui resti di una precedente rocca per volere del signore di Rimini Galeotto Malatesta verso la metà del 1300.

FORTEZZA PIA
Antica costruzione militare fortificata che si eleva nella zona più alta della città, deve il suo nome a Papa Pio IV che, nel 1560, volle farla ricostruire,

CARTIERA PAPALE
E' un complesso architettonico che ospitata mulini ad acqua e che rappresenta un esempio di archeologia industriale.

GALLERIA D'ARTE CONTEMPORANEA OSVALDO LICINI
All’interno della quale troviamo le opere dei pittori Osvaldo Licini, Lucio Fontana, de Pisis, Sebastian Matta, Gino Severini, Tullio Pericoli ed altri.

MUSEO DELLA CERAMICA
Inaugurato nell 2007 conserva al suo interno ceramiche dell'antica tradizione ascolana, dal XIV secolo fino al XX secolo.

MUSEO DELL'ALTO MEDIOEVO
In cui è possibile ammirare i corredi in oro di due delle circa 260 tombe longobarde scoperte nel 1893 presso la necropoli di Castel Trosino.

PINACOTECA CIVICA
In cui possiamo ammirare opere su tela e su tavola di Tiziano, Guido Reni, Carlo Crivelli, Pietro Alamanno e Giuseppe Pellizza da Volpedo.

GROTTE DELL'ANNUNZIATA
Testimoniano l’abitudine dell’epoca a non lasciare sguarniti di rivestimenti murarii i rilievi collinari che circondavano le città. L’edificio veniva utilizzato anche come alloggi ed abitazioni per i soldati o per gli schiavi.

LOGGIA DEI MERCANTI
Appartenente alla chiesa di San Francesco è composta da cinque arcate che poggiano su colonne corinzie e termina con un cornicione merlato.

PORTA DELLA MUSA
E' un'opera tardo rinascimentale di difficile attribuzione. Alcuni ipotizzano che venne costruita da Carlo Crivelli, altri Giuliano da Maiano ed altri ancora Lazzaro di Francesco, ma, quasi sicuramente, è opera di un capacissimo ignoto lapicida locale.

CAFFE' MELETTI
E' da sempre considerato il ritrovo dei personaggi più illustri della città, punto di incontro di cultura e di vita mondana. Si affaccia e su Piazza del Popolo .

PALAZZO BONAPARTE
Molto diverso dagli altri palazzi della città esso rappresenta uno dei migliori esempi dell'architettura rinascimentale ascolana. Le mura esterne sono lavorate con pietre intagliate che adornano le porte d’ingresso e le finestre.

PIAZZA VENTIDIO BASSO
Sita nel centro storico, già dall’epoca romana fu il maggiore fulcro commerciale della città.

PIAZZA DEL POPOLO
Ha uno stile Rinascimentale ed è una delle più belle e suggestive piazze d'Italia. Ha uno spazio circoscritto dalle facciate di Palazzo dei Capitani, del Caffè Meletti e dalle forme gotiche della Chiesa di San Francesco. Tutto il resto del perimetro è delimitato da palazzetti rinascimentali con portici e logge.

PONTE DI CECCO SECONDO
La tradizione popolare la sua realizzazione dipese d al diavolo che, su ordine di Cecco d'Ascoli, poeta ed astrologo ascolano, lo avrebbe realizzato in una sola notte.

PONTE MAGGIORE
Le cui arcate attraversano il torrente Castellano e collegano il centro storico al quartiere di Porta Maggiore.

PONTE ROMANO DI SOLESTA'
Costruito durante l’età augustea è uno dei ponti più rappresentativi della tecnica e della civiltà romana.

PONTE TUFILLO
Sito nelle vicinanze dell’omonima Porta Tufilla. Esso dovrebbe essere stato il ponte medioevale più antico di Ascoli.

PORTA GEMINA
Che architettonicamente è classificabile come una tipica costruzione romana del I secolo a.C.

PORTA SOLESTA'
Sulla quale è possibile ammirare lo stemma più antico del comune di Ascoli.

PORTA TUFILLA
Di cui è possibile ammirare l’ arco a tutto sesto cui è sovrapposta una pittoresca loggetta di guardia a tre luci.

TEATRO ROMANO
Rinvenuto durante gli scavi del 1932, ha l’emiciclo delle gradinate esposto verso Nord, la sua costruzione risalirebbe al I secolo avanti Cristo con successivi restauri.

TEATRO VENTIDIO BASSO
Ha una facciata neoclassica, in travertino, arricchita da un colonnato centrale in ordine ionico.

TORRE DEGLI ERCOLANI
Costruita tra secondo i canoni delle torri gentilizie è considerata la più antica della città.

VIA DELLE STELLE
Si estende da Porta Gemina fino al Ponte Romano passeggiare su questa strada equivale a un viaggio nel passato e inoltre è possibile lo splendido panorama che offre.

Commenti degli utenti su Ascoli Piceno Inserisci nuovo commento su Ascoli Piceno
Aggiungi un commento
Segnala un testo per il comune di Ascoli Piceno
Segnala una foto per il comune di Ascoli Piceno
Inserisci il tuo sito su Ascoli Piceno